NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Benvenuti nel Blog di Klin

RUBRICA-BUONE NOTIZIE DALLE AZIENDE

Buone notizie 600

Arrivano dal Veneto e dall’Emilia le due prime buone notizie dal mondo delle imprese. Un’azienda padovana stanzia 50 mila euro per incentivare i propri dipendenti a fare figli. L’azienda si chiama Eurointerim Spa un’agenzia per il lavoro con filiali in tutta Italia dove 8 dipendenti su 10 sono donne.

«I cinquantamila euro stanziati servono a favorire le famiglie dei dipendenti della nostra struttura, spiega il presidente di Eurointerim Luigi Sposato - sarà data in media più di una mensilità di stipendio a chi avrà tra quest’anno e il prossimo, un figlio».  

Dal Veneto scendiamo in Emilia, in particolare nella terra dei motori di lusso a Sant’Agata bolognese sede della Automobili Lamborghini. Sul tavolo il rinnovo del contratto 2018: 150 assunzioni a tempo indeterminato, l'impegno ad avviare un piano di formazione sulla Costituzione italiana, e soprattutto l'aumento del premio di produzione. Si parla di passare dai 2700 euro del 2017 a 3mila nel 2018 (con erogazioni nel 2019).

Ma la novità su questo punto è un'altra: l’intesa permetterebbe ai dipendenti di decidere se avere una busta paga più ricca, o se avere qualche giorno libero in più da passare a casa e in famiglia. Bene i dipendenti hanno scelto meno denaro, ma più tempo per se stessi.

Con le figurine impari la raccolta differenziata

 28/07/2018 - Con le figurine impari la raccolta differenziata

La prima traccia di raccolta differenziata nella storia contemporanea si ha nella Napoli Borbonica, capitale del Regno delle Due Sicilie, sotto l’amministrazione, illuminata di Ferdinando II. Re Ferdinando fu il primo ad emanare una norma con decreto maggio 1832 che obbligava a mantenere l’igiene nelle strade a possessori di case, negozi, giardini e cortili.

Dal secolo dei Re a quello dei Millenials, il problema della raccolta differenziata si infila tra due guerre, cambiamenti politici e culturali, ma resta sempre un problema irrisolto.

Ci vuole un album

Una nuova idea sul tema nasce a Torino: debutta l’album “La mia prima raccolta differenziata”, pensato per i «nativi ambientali», la prima generazione cioè di bambini nati già con la gamma di cassonetti colorati sotto casa.

L’album ha 96 figurine, ognuna ha una cornice di un colore diverso che richiama la tinta del contenitore giusto : ci sono anche tanti rifiuti «dubbi», quelli cioè difficili da classificare, come il trapano, un contenitore per plumcake di alluminio, gusci di noci, un cd e uno smartphone. Gli stickers sono all’interno, assieme a sintetici post-it in stile «Strano ma vero» di enigmistica memoria, tipo: «Ogni mille chili di carta riciclata si salvano 15 alberi». 0 ancora: «Ogni giorno vengono abbattuti 27 mila alberi in tutto il mondo solo per la produzione di carta igienica». E poi, informazioni utili per piccoli
studenti: «Togli le copertine plastificate da quaderni, diari e raccoglitori».

Questa volta il famoso “celo celo manca” si fa con il torsolo di mela, il guanto di plastica o il tappo di sughero. Una semplice idea che può generare grande consapevolezza.

Milano Marketing Festival

19/03/2018 - Il più importante evento sul marketing e la comunicazione si svolgerà il 21/22/23 marzo. Il tema di questa seconda edizione è quello di capire, analizzare le forme che si intrecciano tra il fare marketing tradizionale e le nuove piattaforme digitali.
marketing festival 250

Durante la manifestazione ci sarà la possibilità di seguire conferenze, seminari e incontrare i protagonisti delle imprese.
Dove: Megawatt Court – Via Watt, 15 Milano

http://www.milanomarketingfestival.it/

Come pulire un ambiente dopo un incendio

19 maggio 2016 - Un nostro cliente di recente si è trovato nella spiacevole situazione di dover affrontare l'incendio di una parte del suo appartamento e le conseguenti operazioni di pulizia e di recupero del salvabile. Si è rivolto a noi per capire come pulire un ambiente dopo un incendio senza rivolgersi necessariamente a un'impresa specializzata in pulizie post incendio. Abbiamo proposto al cliente la combinazione di una delle nostre macchine per le pulizie a noleggio e di alcuni detergenti sgrassanti e disinscrostanti. Nello spefico abbiamo indicato di:

  • aspirare tutte le superfici con un aspirapolvere Ghibli munito di sacco in tela, filtro in nylon e sacchetto di carta;
  • pulire tutte le superfici con dei panni in microfibra e il prodotto sgrassante della Kiter (Funball da 750 ml);
  • agire sulle incrostazioni con il prodotto Glanos della Kiter 750 ml a schiuma frenante.

Consigliamo durante lo svolgersi di tutte queste operazioni di utilizzare dispositivi di protezione individuale, come mascherine per le vie respiratorie, guanti di protezione chimica e, se necessario, occhialini di protezione.

Come decerare un pavimento in parquet senza danneggiarlo

24 febbraio 2016 -  Decerare un pavimento in parquet senza danneggiarlo è possibile, ma potrebbe essere un'operazione lunga e dispendiosa se gli strati di cera da rimuovere sono molteplici e vecchi. È un errore diffuso, soprattutto tra le casalinghe, trattare il pavimento in parquet con cere in modo ripetuto nel tempo, senza preoccuparsi di rimuovere gli strati dei precedenti interventi. Gli strumenti di lavoro di cui dotarsi sono:

  • una monospazzola
  • dischi blu per deceratura a secco
  • decerante
  • acqua
  • spruzzatore

come decerare un pavimento in parquet senza danneggiarloVediamo ora come decerare un pavimento in parquet con tutti questi strumenti: preparare per prima cosa una soluzione di acqua e decerante (se usate il nostro Kiter Ecasol la diluizione è al 10%); spruzzate questa soluzione solo sulla porzione di pavimento che intendete trattare in quel momento (non su tutto) e lasciate agire per qualche minuto; trattate quella porzione di pavimento con la monospazzola dotata di un disco blu (se gli strati di cera da rimuovere sono tanti, munitivi di diversi dischi, anche a seconda dei mq di pavimento che dovete trattare); la cera da rimuovere si attaccherà al disco e quindi dovrete fare attenzione a girare il disco dall'altra parte non appena si sarà riempito di cera; ovviamente, quando anche l'altro faccia del disco sarà satura di cera, rimuovete il disco e proseguite con uno nuovo. Questa operazione è da ripetersi fino a quando tutta la cera non sarà rimossa.