NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Se la macchina del caffè è sporca

8 aprile 2014 - In molti abbiamo visto il servizio di Report sul CAFFÈ ESPRESSO andato in onda il 7 aprile 2014. Dovremmo essere il paese intenditore di caffè, ma evidentemente non è esattamente così.

macchina caffè sporcaAbbiamo visto nel servizio MACCHINE DI CAFFÈ ESPRESSO da bar così SPORCHE da far passare la voglia al caffeina dipendente più incallito del mondo. RESIDUI, INCROSTAZIONI E ACQUA SPORCA che, puntualmente, finiscono nelle nostre tazzine. Considerando che la media degli italiani beve almeno dai 2 ai 4 espressi al giorno, è bene iniziare a preoccuparsi di alcune NORME IGIENICHE che i baristi dovrebbero rispettare nel modo più assoluto: ad esempio, tra le tante, che almeno l’ACQUA E FILTRI puliti siano PULITI. Soprattutto se consideriamo che i residui che si accumulano nelle macchine da espresso, cotti e bruciati da temperature molto alte centinaia di volte in una giornata, sviluppano delle sostanze che, secondo il Prof. Matteo Russo (Responsabile Ricera San Raffaele Pisana), sono da considerarsi CANCEROGENE. Si tratta appunto di derivati furanici e tracce di acrilammide, ma per non creare allarmismi, è corretto specificare che le sostanze cancerogene sono dose dipendenti, cioè la loro effettiva tossicità dipende da quanto ne assumiamo. Credo, però, che sia altrettanto corretto scoraggiare l’assunzione di caffè che contengano determinate sostanze. Quindi, cosa fare per avere un CAFFÈ “PULITO”, partendo intanto dalle nostre case e dai nostri luoghi di lavoro? Se utilizzate una macchina per fare caffè espressi, ricordate di FARE IL “PURGE”, ossia di fare andare un po’ d’acqua prima di inserire una nuova capsula. Attenzione anche alla condizione delle GUARNIZIONI e dei FILTRI. Se utilizzate la MOKA, una cosa da non fare è fare la “collinetta” (depositi di caffè precedenti) dentro il filtro, perché non è vero che diventa più forte ma solo più amaro, e quando inizia a gorgogliare ricordatevi di spegnere la fiamma, perché l’ultima parte non è buona. Invece per il rilascio dell’alluminio, verificate la parete all’interno del contenitore dell’acqua della moka: se la parete è liscia va bene, se è ruvida meglio sostituirla.